Site Loader
Vai alla pagina FB
Via Francesco Petrarca 48 Figline Valdarno (FI)
Via Francesco Petrarca 48 Figline Valdarno (FI)

La pietra che risuona alla frequenza dell’anima, quale testimone di una civiltà perduta La piramide di Cheope (Kufu) è uno dei misteri archeologici più enigmatici della nostra storia.

L’egittologia ufficiale non appare ancora in grado di dare risposte certe per quanto riguarda l’utilizzo di questo imponente monumento antico.

Anzi, sembra disorientata e incapace di fornire indicazioni ragionevoli.

Alcune evidenze rilevate sul sito archeologico hanno condotto numerosi ricercatori a elaborare una serie di teorie tese a comprendere la probabile natura del monumento.

La Piramide

Tutte queste ipotesi, però, contrastano fortemente con il principio dell’evoluzione temporale.

In base al quale non sarebbe possibile affermare l’esistenza di una civiltà – antecedente a quella attuale – dotata di conoscenze che noi, a tutt’oggi, non dominiamo ancora.

Gli studi che abbiamo personalmente condotto negli ultimi 40 anni nel campo dei Fenomeni Ufo, Abduction, Ipnosi, Fisica quantistica, Universo olografico, Coscienza e consapevolezza umana, Mito, ci permettono oggi di formulare una nuova ipotesi.

La piramide di Kufu si presenta come un complesso monumento in grado di catturare e manipolare onde sonore a bassa frequenza.

Nel range delle frequenze previste per sollecitare la parte animica degli esseri umani a staccarsi dal proprio contenitore fisico, per subire ulteriori manipolazioni.

È soltanto attraverso una Coscienza pari a quella che l’Essere Umano sta acquisendo adesso che è possibile fornire una nuova chiave di lettura di questo mistero.

Una chiave di lettura che mostra come questo pianeta sia stato inequivocabilmente abitato, in un lontano passato, da uomini che non solo possedevano, ma utilizzavano nella vita quotidiana, la cultura della fisica del suono: da un lato per costruire manufatti e dall’altro per manipolare l’essere umano.

È proprio partendo da queste osservazioni che è possibile comprendere pienamente il passato.

Ed evitare di cadere negli errori che il percorso di acquisizione di consapevolezza ha compiuto in quel lontano periodo storico.

Nonché procedere nel tentativo di ricordare a noi stessi, alla fine de percorso, la vera natura dell’Uomo.

CORRADO MALANGA (La Spezia 1951) è stato Ricercatore in Chimica organica presso il dipartimento di Chimica e Chimica industriale dell’Università degli Studi di Pisa, nonché autore di diverse pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali.

La sua grande fama nasce dalla ricerca nel campo degli ufo, che porta avanti da oltre trent’anni e nell’ambito della quale ha formulato tesi di straordinaria originalità e importante stimolo, in particolare in merito al fenomeno delle abduction aliene.

Publicato su Yuotube dal canale Spazio Interiore

SCARICA LE SLIDE DELLA CONFERENZA QUI: https://goo.gl/CLz3kr

Pin It

Post Author: Giuseppe Crispo

Lascia un commento